NEUROLOGO AVVERTE: “L’ALLUMINIO PRESENTE NELLE SCIE CHIMICHE STA CAUSANDO L’AUMENTO ESPLOSIVO DELLE MALATTIE NEURO-DEGENERATIVE”

Modifica

Internet è piena di storie riguardanti le “scie chimiche” e la geoingegneria per combattere il “riscaldamento globale” e fino a poco tempo fa, prendevo queste storie con le pinze. Una delle principali ragioni del mio scetticismo era che raramente avevo visto quello che stavano descrivendo nei cieli. Ma nel corso degli ultimi anni ho notato un gran numero di queste scie e devo ammettere che non sono come le scie di condensazione. Sono ampie e stabilizzate in uno schema ben definito che lentamente si trasformano in nuvole artificiali.

La mia preoccupazione principale è che stanno spruzzando tonnellate di composti di alluminio di dimensioni nanometriche. È stato dimostrato nella letteratura scientifica e medica che le particelle nanometriche sono infinitamente più reattive e producono un intensa infiammazione in un certo numero di tessuti. Di particolare interesse è l’effetto che queste nanoparticelle hanno sul cervello e sul midollo spinale e l’elenco crescente di malattie neurodegenerative tra cui la demenza di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la sclerosi laterale amiotrofica (ALS), le quali sono fortemente correlate all’esposizione con l’alluminio ambientale.

Il percorso di esposizione intra-nasale rende la polverizzazione di enormi quantità di nanoaluminio nei cieli particolarmente pericolosi, in quanto sarà inalato da persone di tutte le età, compresi i neonati e i bambini piccoli, per molte ore se non continuamente. Sappiamo che le persone anziane hanno la maggiore reazione a questa esposizione all’alluminio. A causa della micro-dimensioni delle particelle di alluminio, anche i sistemi di filtraggio delle case dove abitiamo non ce la fanno a rimuovere l’alluminio, prolungando così l’esposizione anche in ambienti chiusi.Le nanoparticelle di alluminio non sono solo infinitamente più infiammatorie, ma penetrano facilmente nel cervello attraverso una serie di percorsi come il sangue e i nervi olfattivi (i nervi dell’odore nel naso). Recenti studi hanno dimostrato che queste particelle passano lungo le vie neurali olfattive che si ricollegano direttamente alla zona del cervello che è, non solo la zona più colpita dall’Alzheimer, ma anche il primo organo ad ammalarsi.

Oltre che ad inalarle, queste nanoparticelle di alluminio saturano il terreno, l’acqua e la vegetazione con livelli altissimi, anche 100 volte sopra il limite consentito dalla legge. Normalmente l’alluminio viene scarsamente assorbito dal tratto gastrointestinale ma il nano-alluminio viene assorbito in quantità elevate. L’alluminio assorbito si distribuisce ad un gran numero di organi e tessuti, compreso il cervello e il midollo spinale e provoca delle tremendi reazioni infiammatorie nei polmoni.

Prego che i piloti che stanno spruzzando questa sostanza pericolosa comprendano appieno che stanno distruggendo la vita e la salute delle loro famiglie. Inclusi i nostri ‘bravi’ funzionari politici. Una volta che il terreno, le piante, e le fonti idriche saranno fortemente contaminate non ci sarà alcun modo per invertire il danno fatto.

Le contromisure devono essere prese ora per evitare la nascita di un disastro sanitario di enormi proporzioni. Se il progetto di aereosol non viene fermato immediatamente vedremo un aumento esplosivo delle malattie neurodegenerative che attualmente si verificano negli adulti e negli anziani in tassi senza precedenti, così come i disturbi nello sviluppo neurologico dei nostri bambini.

Dr. Russell L. Blaylock


LALLUMINIO STA CAUSANDO LAUMENTO ESPLOSIVO DELLE MALATTIE NEURO-DEGENERATIVE”!


In merito alle ricerche pubblico questo articolo sulla TOSSICITA’ DELL’ALLUMINIO.


L’alluminio  non tossico al tatto, ma e’ tossico se ingerito . L’assunzione di alluminio può avvenire attraverso il cibo, creme, farmaci e Vaccini, attraverso la respirazione, inalazione e tramite il contatto con la pelle (cosmetici ed altro).

Un’assunzione continuata di concentrazioni significative di alluminio oppure con iniezioni diretta nel sangue (vaccini) puo’ provocare seri effetti sulla salute, come:

  • Danneggiamento del sistema nervoso centrale
  • Demenza
  • Perdita della memoria
  • Indebolimento
  • Severo tremore
  • Autismo (Ndr: l’alluminio, cosi come il  Thiomersal)

L’alluminio costituisce un rischio in certi luoghi di lavoro, come le miniere, dove può essere presente nell’acqua. Le presone che lavorano nelle fabbriche dove si utilizza alluminio durante i processi di produzione possono riscontrare problemi ai polmoni quando respirano polvere di alluminio. L’alluminio può causare problemi ai pazienti di malattie renali quando entra nel corpo durante le dialisi renali. 

L’inalazione di polvere di alluminio a di ossido di alluminio finemente divisa e è stata indicata come causa di danni polmoni e di fibrosi polmonare. Questo effetto, noto come malattia del rasoio, è complicato dalla presenza si silicio e di ossidi di ferro nell’aria inalata. 

Può anche essere implicato nella malattia dell’Alzheimer.

https://youtu.be/LTwYCgKBq1o

https://youtu.be/rxalj8fxi3w

https://youtu.be/ZgIsfn250m8

Annunci

AVVELENAMENTO DI CIELI ED ACQUE CON IRRORAZIONI CHIMICHE 


L’ennesima  prova parla chiaro: un accordo fra Germania e Stati Uniti d’America – datata 14 aprile 1971 – per il rilascio del tossico bario nell’atmosfera. Chi comanda grazie agli scienziati asserviti, usa gli esseri umani come cavie, peggio del trattamento riservato agli animali. Le malattie tumorali sono in aumento vertiginoso, problemi alle vie respiratorie stanno dando serie difficoltà a molte persone che oltre a questo hanno la sfortuna di dover bere e nutrirsi con alimenti già irrorati dal passaggio di scie chimiche. Tutto è sotto il controllo di chi ha voluto questo progetto devastante per il popolo. 

http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/19710014041_1971014041.pdf


Una prova data dal dottor Marco Marotta (un medico che vive a Monza) e pubblico, il seguente rapporto di prova scientifica sull’inquinamento nucleare dell’acqua che cade dal cielo, a causa dell’attività bellica NATO.

Un’operazione segreta per i comuni mortali, curata nei dettagli, come al solito, da Nasa e Max Planck Institute.

In realtà, il primo esperimento per la dispersione di bario in cielo, è stato realizzato in Sardegna nel 1963, sempre a cura dei medesimi criminali in camice bianco e divisa d’ordinanza che stanno avvelenando dall’alto mezzo mondo. 

Grazie anche alla tacita connivenza dei governi fantoccio, come quello italidiota, che non è stato eletto dal popolo sovrano, ma imposto da un presidente abusivo, ossia eletto da un un parlamento di illegittimi, poiché la legge elettorale 270/2005 è appunto incostituzionale, secondo la Corte Costituzionale (pronunciamento del 4 dicembre 2013: in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per farlo decadere ufficialmente, insieme al governo e al parlamento).

Mister Matteo Renzi, ora lei ha soltanto una possibilità se vuole almeno salvare la faccia in zona Cesarini: chiedere scusa in primis al popolo italiano e agli iscritti al Pd, per la dichiarazione resa in tv, alla Rai, nella trasmissione Ballarò, senza contraddittorio pubblico, in cui ha annunciato un trattamento sanitario obbligatorio per quelli del suo partito che avvistano le scie chimiche. 

E’ praticamente impossibile negare un fenomeno così evidente, a meno di non abdicare alla propria intelligenza e alla propria dignità. Ergo: lei usando arbitrariamente il servizio televisivo pubblico ha offeso milioni di italiane e italiani. 

https://youtu.be/0WL_6ETpCDQ

https://youtu.be/LTwYCgKBq1o

 https://youtu.be/Mls0q906gPU

MANIPOLAZIONE CLIMATICA E TERREMOTI INDOTTI CON ONDE ELF 

La Manipolazione climatica è oramai un dato di fatto, dalla Storia ai tempi moderni si sono fatte sperimentazioni in atmosfera più o meno Top Secret, grazie alle teorie di Tesla che furono rubate rielaborate e adattate in progetti di natura bellica, come HAARP.

Il termine HAARP è da leggersi per esteso come “High-frequency Active Auroral Research Project” (Progetto attivo aurorale di ricerca ad alta frequenza). La nascita di HAARP risale al 1987, quando il consulente dell’Atlantic Richfield Corporation (ARCO), il fisico Bernard J. Eastlund, applicò le sue intuizioni derivate da un brevetto dell’inventore Croato Nicola Tesla (1856-1943) denominato “Metodo ed apparecchiatura per l’alterazione di una regione dell’atmosfera, ionosfera e/o magnetosfera terrestre” numerato U.S. Patent #4.686.605.

Esistono dunque uno e, oramai, più di un impianto di antenne nel Mondo, dedite solamente ad accumulare e sprigionare milioni di WATT di onde ELF sulla ionosfera per poter modificare il clima.

Dal progetto”Popeye” utilizzato nei conflitti come in Vietnam, irrorando con sostanze chimiche come ioduro d’argento per provocare piogge intense, meglio conosciuto come “cloud seeding”.

Al “Progetto R.F.M.P. V.R.T.P.E.” usata dalla Marina Statunitense nei recenti conflitti sia in Arabia Saudita sia in Iraq, irrorando in atmosfera sostanze igroscopiche ed estremamente elettro conduttive, come il Bario, Trimetil, Alluminio e Gel di Silicio, per formare una sorte di “antenna infinita” per le Frequenze Radio usate dai Militari nel campo della sorveglianza, della guida a distanza di missili e droni, nella trasmissione di segnali Radar ed in sistemi d’arma a radio frequenza!
Purtroppo tutte queste tecnologie hanno un prezzo che tutti noi in termini di SALUTE stiamo pagando, sia per sostanze chimiche che quotidianamente inaliamo, sia per inquinamento elettromagnetico al quale siamo sottoposti contro la nostra volontà!

Si chiama effetto rimbalzo o “bunching”. La ionosfera viene riscaldata (e quindi gonfiata verso l’alto) con l’emissione di impulsi ad alta frequeza sfasati di tempo e frequenza (es. 10.000 hz e 10.006 hz) e che creano una risonanza ELF ed ULF verso terra. Quindi, una volta interrotto il segnale, la ionosfera ritorna velocemente alla sua forma naturale, creando un effetto domino verso gli strati di atmosfera sottostanti nonché sulle faglie, già sollecitate dalle bassissime frequenze che risultano dallo sfasamento di fase creato da due impulsi inviati con piccola distanza di tempo l’uno rispetto all’altro.”

“I conti tornano anche di più, visto che due giorni dopo il sisma abruzzese, la NASA annuncia:

N.A.S.A.: i terremoti sono prevedibili

WASHINGTON, U.S.A. — La N.A.S.A. scende in campo con un annuncio rivoluzionario sulle previsioni sismiche. Secondo Stuart Eves, che lavora presso l’agenzia americana, vi sarebbe sempre una stretta correlazione tra i terremoti che superano il quinto grado della Scala Richter e particolari perturbazioni che avvengono nell’atmosfera più alta, la ionosfera.

Loro stimolano la ionosfera (e provocano i terremoti) e poi invertono i fattori, affermando che le aberrazioni nella ionosfera possono evidenziare sismi di magnitudo superiore a 5 gradi Richter.”

La RAI finalmente, e stranamente, fa informazione corretta, almeno su un ptogramma, forse perché si è raggiunta la consapevolezza che non si può più mentire o nascondere una realtà visibile quotidianamente dalla popolazione oramai consapevole…

Vorremmo ipotizzare che questo fa parte di un piano per rendere consapevole la popolazione e prepararla al peggio..

L’ABRUZZO IN GINOCCHIO: È GUERRA CLIMATICA? 

Guardando ora gli scenari attuali è inevitabile porsi alcune domande. Proprio al Gran Sasso, negli ultimi due mesi, c’è stato un fenomeno che difficilmente sarà sfuggito a molti attenti osservatori. I fenomeni di cui parlo li ho raccolti in un video, sono fotografie scattate nei due mesi precedenti i terremoti del 18 gennaio e l’eccezionale nevicata che ha creato l’emergenza Abruzzo : blackout di corrente elettrica, assenza di linee telefoniche  (mobili e fissi) l’isolamento di molti comuni e piccoli paesi, fino ad avere le catastrofi che tutti oggi sappiamo, ed una economia letteralmente in ginocchio. Ma cosa succedeva nei cieli dell’Abruzzo prima di questi eventi ? E qui che io mostro, con questo video, il passaggio di aerei con rilascio di vari componenti chimici che oscuravano il sole, nuvole con onde scalari, soprattutto durante la notte, colori iridescenti ed effetti di cieli assolutamente non naturali. Ciò che ho fotografato è stato frutto di un paziente lavoro nell’osservare queste anomalie. Ora vorrei condividere tutto cio’ con voi, cercando di riuscire a comprendere che forse ciò che è successo in Abruzzo non erano coincidenze.  

L’ABRUZZO IN GINOCCHIO : È GUERRA CLIMATICA? 

Guardando ora gli scenari attuali è inevitabile porsi alcune domande. Proprio al Gran Sasso, negli ultimi due mesi, c’è stato un fenomeno che difficilmente sarà sfuggito a molti attenti osservatori. I fenomeni di cui parlo li ho raccolti in un video, sono fotografie scattate nei due mesi precedenti i terremoti del 18 gennaio e l’eccezionale nevicata che ha creato l’emergenza Abruzzo : blackout di corrente elettrica, assenza di linee telefoniche  (mobili e fissi) l’isolamento di molti comuni e piccoli paesi, fino ad avere le catastrofi che tutti oggi sappiamo, ed una economia letteralmente in ginocchio. Ma cosa succedeva nei cieli dell’Abruzzo prima di questi eventi ? E qui che io mostro, con questo video, il passaggio di aerei con rilascio di vari componenti chimici che oscuravano il sole, nuvole con onde scalari, soprattutto durante la notte, colori iridescenti ed effetti di cieli assolutamente non naturali. Ciò che ho fotografato è stato frutto di un paziente lavoro nell’osservare queste anomalie. Ora vorrei condividere tutto cio’ con voi, cercando di riuscire a comprendere che forse ciò che è successo in Abruzzo non erano coincidenze.  

L’ULTIMO MEMORIALE DISCORSO DI GIORDANO BRUNO PRIMA DI ESSERE MESSO A ROGO 

Riportiamo l’ultimo dialogo tra il filosofo Giordano Bruno e Sagredo, così come citato nel libro “La futura scienza di Giordano Bruno e la nascita dell’uomo nuovo” di Giuliana Conforto. 

Un dialogo che rappresenta la visione di Bruno e dell’uomo nuovo che egli già intravedeva secoli or sono. 
Un inno alla ricerca della verità e del maestro interiore.

(Giordano Bruno 1548 -1600)


Nell’angusto, buio e lungo corridoio delle carceri di Castel Sant’Angelo, si odono passi che segnano l’avvicinarsi di ospiti ai condannati prossimi all’esecuzione


Con un forte rumore di chiavi si apre la pesante porta della cella ove è rinchiuso il condannato al rogo: Giordano Bruno; è lì, steso su un rude pagliericcio, mentre i suoi occhi lucidi, fermi e sereni si illuminano di gioia e di tenerezza alla vista dell’ospite.

«Sagredo, mio giovane amico!» esclama il grande filosofo. 
I due si abbracciano; il guardiano esce in silenzio, richiudendo dietro di sé la porta della nuda e umida cella.

 «Corri gravi rischi, figliolo. L’inquisizione non ha simpatia 
per chi ha simpatia per gli eretici.»

«Maestro, non potevo non salutarvi.» Il giovane nasconde a stento l’emozione di trovarsi di fronte al grande saggio, ormai prossimo all’esecuzione della feroce sentenza.

«Sei un uomo ormai e il tuo coraggio comunque ti premierà

«Ho chiesto un permesso speciale al cardinale Bellarmino. 
Si è dimostrato disponibile… Forse qualcosa sta cambiando…»

«Si, sta cambiando» conferma Bruno «anche grazie alla mia morte: la storia di questo mondo è segnata più dalla morte che dalla Vita. 
La morte suscita paura, inquietudine, domande, tanto più se è illustre. Ciò mi rende sereno, amico mio, so di compiere il mio destino

«Maestro, ma non temete il fuoco che brucerà le vostre carni?»

«Si, Sagredo, ho paura; il mio corpo ha paura,»… riflette il «ma io so che non morirò… quando il mio corpo fisico morirà, io sarò lì; vedrò cadere il mio corpo, vedrò i volti trionfanti, attoniti e sgomenti dei miei persecutori…»

Malgrado le parole del maestro, il volto del giovane è triste e «Se io non vi avessi avvertito… dell’arresto di vostra figlia e della vostra amata, voi non sareste tornato a Venezia…» afferma, quasi per rimproverarsi.

«Sarei tornato comunque, prima o poi. Sì, la loro morte fu un segnale per me…» continua Bruno con lo sguardo rivolto verso l’infinito. 

«Quanto teneramente e voluttuosamente ho amato quella donna… L’amore, Sagredo, è la forza più grande della Natura… è Vita, fusione dei corpi degli amanti… 

Avvicinarmi a lei era sentire l’infinita dolcezza di Casa, del vero mondo, la dolce tenerezza che solo una donna intelligente e profonda sa dare e ricevere… Quanta illusione, quanta ignoranza…

L’uomo non è cattivo, Sagredo, è solo infelice… è la sua piccola mente la causa della sua infelicità… Sì, sapevo che erano state prese e anche della loro condanna. La tua è stata solo una triste conferma… 

Quando il mio corpo brucerà, io sarò libero, Sagredo, libero di ricongiungermi a loro, abbracciarle… Non ti crucciare, amico mio… 

Questo era il nostro destino, comune a tutti coloro che cercano la verità, bandita da un mondo che si regge sulla menzogna… 

Verrà un giorno, Sagredo, che l’uomo si risveglierà dall’oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo… 

L’uomo non ha limiti e quando un giorno se ne renderà conto, sarà libero anche qui in questo mondo.»

Si volta e guarda il suo allievo quasi raggiante: 

«Lo ha previsto da tempo immemorabile la Vita…»

«Maestro, ma perché questo destino crudele? 
Chi può aver voluto tutto questo?»


«Io stesso, Sagredo, ben prima di nascere in questa dimensione. 
La morte ignea del corpo fisico è una purificazione profonda, è il battesimo del fuoco. In tanti abbiamo scelto questa morte, non solo come esempio ad un’umanità ottusa, meschina e crudele, ma anche per adempiere il compito che la Vita ci ha assegnato e che abbiamo accettato di buon grado… per Amore… 


In fondo, anche se in modo inconsapevole, la Chiesa sta compiendo la nostra volontà.»


«Ma allora… il cardinale Bellarmino esegue la nostra volontà?»

«Bellarmino ora esegue la volontà della Chiesa, volta a conservare il potere; esegue però anche la Volontà vera, quella di una morte illustre che lasci traccia nella storia. 

Anche gli uomini di Chiesa sono parte dell’Uno: 
la mia morte servirà per mostrare il vero potere, quello occulto, che si muove dietro tutte le Chiese e tutti i poteri del mondo. 

In questo mondo illusorio, ove menzogna, bontà ipocrita e paura dominano, una morte illustre è più efficace di un’intera vita. 

Le umane genti la ricordano. L’uomo che infligge morte è colui che più la teme; è un paradosso, ma chi procura la morte, cerca disperatamente di comprenderla, di penetrare la mente di Dio.»

«Bellarmino quindi… anche lui, è alla ricerca di Dio?»

«Certo, anche Bellarmino è un fratello.»

«Maestro, ma perché tutto questo, perché tutta questa sofferenza, queste atrocità, ingiustizie, dolori: fratelli che uccidono loro fratelli! Come può Bellarmino firmare ad animo leggero la sentenza della vostra morte?»

«Non lo ha fatto ad animo leggero, Sagredo. 
È stata per lui una decisione sofferta e penosa, ma non poteva fare altrimenti; avrebbe dovuto rinunciare all’abito che porta e ai credi che predica

Egli non ha coscienzanon sente l’unità dell’infinito universo, non sa che la sua azione di oggi avrà per lui una reazione, in altra sua vita futura; questo vale anche per me e tutti coloro che hanno cercato invano di risvegliare l’umanità dall’inganno. 

La terra è una dura scuola: ogni opera lascia una traccia, perché la giustizia vera esiste, figliuolo, anche se in questo mondo non appare.»
«La giustizia vera vuole la vostra morte?» Sagredo è tanto incredulo quanto ammirato della saggezza del suo maestro… 

«La vogliamo noi stessi, Sagredo, non i nostri corpi transeunti, ma i veri Esseri immortali che siamo. 

Che ci piaccia o no, siamo noi la causa di noi stessi. 
L’Essere non teme la morte, perché sa bene che non esiste. Nascendo in questo mondo, cadiamo nell’illusione dei sensi; crediamo a ciò che appare. Ignoriamo che siamo ciechi e sordi. 

Allora ci assale la paura e dimentichiamo che siamo divini, che possiamo modificare il corso degli eventi, persino lo Zodiaco… 

Siamo figli dell’unico vero sole che illumina i mondi. 

Il dolore e la sofferenza non c’erano all’inizio della storia, ai tempi dell’antico Egitto che conservava ancora memoria delle gloriose e immortali origini. 

Un giorno non lontano, una nuova era giungerà finalmente sulla Terra. La morte non esiste. La miseria, il dolore e le sue tante tragedie, sono il frutto della paura e dell’ignoranza di ciò che è la vera realtà.»

«Ma quanto tempo ancora sarà necessario?»

«Il tempo anche dipende da noi, Sagredo. Il tempo è l’intervallo tra il concepimento di un’idea e la sua manifestazione… 

L’umanità ha concepito il germe dell’utopia e la gestazione procede verso il suo compimento inevitabile: il secolo passato è una tappa importante, che precede la nascita. Gli Esseri divinivegliano sulla gestazione della terra e alcuni nascono qui per aiutare gli umani a comprendere che la trasformazione dipende anche dal loro risveglio.»

«Anche voi, maestro, siete sceso qui per questo scopo?»

«Anch’io Sagredo, ma non sono il solo. 
C’è un folto gruppo di Esseri che sono scesi più volte nel corso della storia e si riconoscono nel grande Ermete, Socrate, Pitagora, Platone, Empedocle… 

In questo secolo, Leonardo, Michelangelo, Shakespeare, Campanella, nomi noti, ma anche gente umile, semplici guaritrici, molte delle quali finite sul rogo…»

Giordano è commosso al ricordo dei tanti che l’hanno preceduto sulla via del patibolo.

Sagredo è profondamente colpito; è divenuto partecipe di una verità finora a lui sconosciuta. Giordano continua: «È il battesimo del fuoco che serve a trasmutare il corpo fisico e a manifestare i veri Esseri. La loro rivelazione ormai è inevitabile. Non so quando, ma so che in tanti siamo venuti in questo secolo per sviluppare arti e scienze, porre i semi della nuova cultura che fiorirà inattesa, improvvisa, proprio quando il potere si illuderà di aver vinto.»

Rumori di fondo fanno intendere che la visita deve volgere al termine. Il respiro di Sagredo si fa affannoso…

«Maestro, come posso ritrovarvi?»

«Guarda dentro di te, Sagredo, ascolta la tua voce interiore e ricorda che l’unico vero maestro è l’Essere che sussurra al tuo interno. Ascoltala: è la verità ed è dentro di te. Sei divino, non lo dimenticare mai.»

La porta della cella si apre e compare il guardiano; è il volto di un uomo apparentemente duro, ma che ha anche timore reverenziale di quell’uomo di cui si trova ad essere il carceriere. Non pronuncia alcuna parola ed attende con rispetto che il visitatore si allontani.
Giordano e Sagredo si alzano e si salutano, entrambi commossi.
«Non ci stiamo separando Sagredo, la separazione non esiste. Siamo tutti Uno, in eterno contatto con l’Anima Unica…»

DAL SISTEMA HAARP ALLE RADIAZIONI NON IONIZZANTI : EFFETTI SULLA SALUTE 

Al fenomeno delle scie chimiche ed al sistema HAARP sono connesse emissioni di onde elettromagnetiche. Le onde elettromagnetiche sono radiazioni che non sono in grado di ionizzare la materia, ossia di sottrarre elettroni agli atomi, a differenza dei raggi X, dei raggi gamma, della radiazione naturale e di quella artificiale.

In generale gli organismi viventi possiedono un’alta sensibilità all’effetto di radiazioni di differente natura. Il riscaldamento è il primo effetto dell’esposizione a tali emissioni e può causare eritemi, infiammazioni e danni alla retina. Gli organismi, se colpiti da dosi notevoli e protratte nel tempo, ne risentono, accusando disturbi che coinvolgono i sistemi emopoietico, immunitario e nervoso con esito purtroppo spesso fatale. A livello cellulare, le radiazioni ionizzanti possono inibire la meiosi cellulare, uccidendo le cellule stesse, o indurre mutazioni genetiche che, a loro volta, cagionano un aumento dell’insorgenza di tumori. Le radiazioni non ionizzanti, invece, secondo alcuni ricercatori, non hanno un’energia bastevole a provocare la rottura dei legami chimici e mutazioni del DNA.

Mario Tozzi, geologo del CNR, non esclude, però, una correlazione tra la diffusione di radiazioni non ionizzanti ( microonde dai 3 ai 30 GHz, usate per lo più nei sistemi radar; onde hertziane impiegate per la radiodiffusione…) e danni alle membrane cellulari. Attualmente, osserva Tozzi, piuttosto che ad una diretta azione cancerogena, si pensa ad una copromozione. Tuttavia è stato riscontrato un incremento di patologie tumorali, soprattutto infantili, in quelle fasce della popolazione maggiormente esposte alle radiazioni non ionizzanti. Si pensi ai casi di neoplasie diagnosticate, in una percentuale superiore alla media nazionale, tra gli abitanti del quartiere romano in cui svettano le ciclopiche, mostruose antenne di Radio Vaticana. Tozzi esorta a prendere tutte le precauzioni per ridurre il più possibile l’esposizione all’elettrosmog, visto che la sua innocuità non è per nulla accertata, mentre sono sempre più numerose le fonti che si possono reputare inquinanti (antenne della radiotelefonia mobile, alcuni elettrodomestici, forni a microonde…).

È evidente che l’abnorme irraggiamento elettromagnetico collegato all’apparato HAARP deve essere considerato un elemento assai dannoso per la salute di piante, animali ed uomini, a causa dell’influsso negativo sugli equilibri biochimici e psicologici, in ordine soprattutto all’uso di microonde suscettibili di condizionare i cicli circadiani, il sonno REM e l’umore.

Definizione

Si definiscono Radiazioni Non Ionizzanti (NIR) o Campi Elettromagnetici (CEM)quelle radiazioni la cui energia è troppo bassa per poter rompere i legami atomici e ionizzare, quindi, la materia.
Comprendono:

  • i raggi ultravioletti;
  • la luce visibile;
  • l’infrarosso;
  • le microonde (MW);
  • le radiofrequenze (RF);
  • i campi elettromagnetici a frequenze estremamente basse;
  • i campi elettrici e magnetici statici


Effetti dei campi elettromagnetici sulla salute
Si distingue tra:

  • effetti acuti: immediati o di breve periodo;
  • effetti cronici: ritardati;
  • effetti termici: riguardano l’intero corpo;
  • effetti non termici o specifici: si sviluppano a livello cellulare o molecolare;
  • effetti indotti da CEM a frequenza estremamente bassa;
  • effetti indotti da CEM a radiofrequenza e microonde.

Effetti dei campi elettromagnetici a frequenza estremamente bassa (ci si riferisce, in  particolare, alla “frequenza di rete”, ossia 50 Hz, relativi a elettrodotti, centrali elettriche, elettrodomestici):

  • effetti termici: trascurabili;
  • effetti specifici acuti: induzione di correnti nel corpo umano; extrasistole e fibrillazione  ventricolare; stimolazione di tessuti eccitabili; effetti sul sistema visivo e sul sistema nervoso centrale;
  • effetti specifici cronici: rischio di neoplasie (sono classificati come “possibili cancerogeni per l’uomo”).

Effetti dei campi elettromagnetici a Radiofrequenze (RF: 30 kHz-300 MHz) e Microonde (MW: 300 MHz-300 GHz):

  • effetti termici (acuti): opacizzazione del cristallino; anomalie della cornea; lesioni retiniche; infiammazione dell’iride; sterilità temporanea o permanente; alterazioni del sistema immunitario e del sangue; disturbi digestivi e cardiovascolari;
  • effetti specifici cronici: alterazioni della struttura e delle funzioni della membrana cellulare, con conseguente alterazione della pressione arteriosa, dell’elettroencefalogramma ecc.; controverso aumento del rischio di tumori cerebrali, polmonari e di leucemie tra aviatori, militari, termosaldatori della plastica).

Misure di protezione:

  • attive: uso di schermi, filtri, DPI;
  • passive: limitazione nell’accesso alle zone pericolose; riduzione del tempo di esposizione.

Disturbi oculo-visivi

  • sintomi e cause: bruciore, lacrimazione, secchezza, sensazione di corpo estraneo, fotofobia, pesantezza, visione annebbiata o sdoppiata, prurito, stanchezza alla lettura. Sono generalmente reversibili e dipendono da uno sforzo prolungato del meccanismo di messa a fuoco dell’immagine;
  • prevenzione: cura delle condizioni illuminotecniche; uso di schermi con una buona definizione dei caratteri e di software tali da evitare farfallamenti e tremolii dell’immagine; adeguata posizione dello schermo rispetto all’operatore
  • Disturbi muscolo-scheletrici
    • sintomi: dolore e tensione al tratto cervicale, dorsale e lombare del rachide, contrazioni muscolari, formicolii alle dita, infiammazione dei nervi e dei tendini delle mani e degli avambracci;
    • causa: errata postura davanti allo schermo;
    • prevenzione: predisposizione di postazioni di lavoro ergonomiche, con attenzione alla posizione del mouse, alle caratteristiche del piano di lavoro e del sedile.

        Affaticamento Mentale

      1. Sintomi e cause: cefalea, perdita di concentrazione, stordimento, vertigini. Dipendono dalla monotonia e ripetitività delle operazioni svolte, dall’inadeguatezza del software, dal discomfort dovuto alle condizioni microclimatiche, da rumori ambientali.