ANALISI: ALLUMINIO E BARIO OLTRE LA NORMA NELL’ACQUA PIOVANA

Vi propongo diverse analisi di laboratorio e articoli di giornale che mostrano come da Orvieto a Firenze a Genova l’acqua piovana presenta massiccie quantità di metalli pesanti come L’ALLUMINIO e il BARIO che il NOSTRO CORPO RIESCE a TOLLERARE SOLO in BASSISSIME CONCENTRAZIONI.

I composti di bario che si dissolvono in acqua possono essere nocivi per la salute umana. L’assorbimento una notevole quantita’ di bario solubile in acqua può causare paralisi ed in alcuni casi persino la morte.I piccole quantita’ di bario solubile in acqua possono indurre in una persona difficoltà di respirazione, aumento della pressione sanguigna, variazione del ritmo cardiaco, irritazione dello stomaco, debolezza muscolare, cambiamenti nei riflessi nervosi, gonfiamento di cervello e fegato, danni a cuore e reni. Gli studi animali rivelano l’aumento della pressione sanguigna e delle variazioni nel cuore, se il bario viene ingerito per un periodo prolungato. Gli effetti a lungo termine dell’esposizione cronica al bario non si conoscono ancora, a causa della mancanza di dati relativi agli effetti. L’inalazione di bario può causare l’irritazione temporanea dei polmoni. L’ingestione accidentale o intenzionale di bario può provocare diarrea, vomito ed dolori addominali. L’esposizione umana a livelli pericolosi di bario in acqua potabile contaminata può causare problemi al cuore, al fegato, allo stomaco, ai reni ed in altri organi. Quando il bario viene assorbito, può rimuovere il potassio all’interno delle cellule e causare effetti di vario genere nel tono muscolare, nelle funzioni del cuore ed nel sistema nervoso.

Per quanto riguarda l’alluminio abbiamo già trattato gli effetti nell’articolo: I danni dell’Alluminio: dove si trova, effetti e rimedi naturali.

Ecco la tabella dei valori consentiti dalla legge di metalli nell’acqua potabile e minerale tratta dal libro «Qualcuno vuol darcela a bere» di Giuseppe Altamore:

Confrontate i valori rilevati con i valori presenti nella tabella per capire se sono normali o c’è qualcosa che non va.

PUOI SEGUIRMI SENZA CENSURE AL MIO CANALE TELEGRAM: https://t.me/AngelaFrancia
Firenze

Il blog ilcielosufirenze lo scorso luglio hanno raccolto un campione di acqua piovana a Firenze e fatto analizzare la presenza di alluminio e bario nell’acqua dal laboratorio certificato Accredia. Il responsabile ha spiegato che il valore dell’ alluminio di recente e senza motivo è stato spostato da 50 a 200 ug/L, e non sa come è possibile che dalle analisi risulta presente il valore del bario dato che esso non deve essere presente sia nell’acqua potabile sia in quella piovana e per questo non è mai stato stabilito un valore limite.

Ecco il risultato dell’analisi:

Qualche mese dopo, a settembre, è stato raccolto un altro campione di acqua piovana dopo il passaggio di numerosi aerei che avevano lasciato scie nel cielo.

Ecco il risultato:

Il valore dell’alluminio è aumentato di circa 27 volte e quello del bario è schizzato alle stelle, ben 32 volte maggiore. E ricordiamo che il bario non dovrebbe nemmeno esserci.

Orvieto
“Siamo in attesa di ulteriori dati della Arpa di Perugia – ha detto – per avere la tranquillità che i dati di alluminio contenuti nell’acqua possano tornare sotto controllo. Ieri in via assolutamente cautelativa a fronte di un dato che ci dava la presenza di alluminio nella misura di oltre 1000 microgrammi per litro contro un limite di 200 è stata emessa una ordinanza cautelativa ed è stato istituito un punto di informazione telefonico del Comune”, il Sindaco Concina. Questa notizia risale al gennaio 2010 ed è tratta dal sito orvietonews.
Pistoia

A Quarrata in provincia di Pistoia, la concentrazione di bario risultava essere di 5 milligrammi per litro ovvero 5000 ug/L!! Questo è stato rilevato lo scorso gennaio e quello che segue è il relativo articolo del Tirreno.

Sempre in provincia di Pistoia, a Monsummano Terme, sono state condotte lo scorso giugno della analisi di laboratorio dell’acqua piovana allo scopo di rilevare se e in che quantità fossero presenti alluminio e bario.

Ecco i risultati:


Basilicata
Bario e Boro nelle dighe Lucane: “ cosa sia dovuta la presenza di Bario in quantità superiori ai limiti stabiliti dalla legge, non lo sappiamo. Sta di fatto che i composti di Bario sono usati dalle industrie di gas e petrolio per fare fango perforante e che il Bario può avere effetti tossici sulla salute umana. Piccole quantità di bario solubile in acqua possono indurre in una persona difficoltà di respirazione, aumento della pressione sanguigna, variazione del ritmo cardiaco, irritazione dello stomaco, debolezza muscolare, cambiamenti nei riflessi nervosi, gonfiamento di cervello e fegato, danni a cuore e reni. Anche il Boro può essere nocivo per la salute umana. Il Boro può infettare stomaco, fegato, reni e cervello.” Notizia del gennaio 2010 tratta da http://old.radicali.it/view.php?id=151420
Genova

L’articolo che segue di gennaio di ques’anno mostra come è stata rilevata la presenza di 670 ug/L di alluminio nell’acqua potabile a Genova. L’allarme è nato, dopo analisi effettuate nei serbatoi della scuola “Pascoli”.


Nuoro

Alluminio e Manganese oltre la norma sono stati rilevati nell’acqua potabile a Nuoro in Sardegna. La notizia è del 21 dicembre scorso, e quello che segue è uno stralcio dell’articolo pubblicato su http://lanuovasardegna.gelocal.it:

L’acqua di Nuoro non è potabile ed il sindaco, Alessandro Bianchi, ha emanato oggi un provvedimento cautelativo a tutela della salute pubblica che vieta l’uso dell’acqua per uso potabile e per la preparazione degli alimenti in tutta la città.
La decisione è stata presa a seguito delle analisi compiute dall’A.R.P.A.S. sui campioni d’acqua, prelevati dagli ispettori d’Igiene del Sian in alcuni punti significativi dell’intera rete cittadina, che hanno evidenziato valori di alluminio e manganese al di sopra dei limiti stabiliti dalla normativa in vigore.

POTETE SEGUIRMI SENZA CENSURE AL MIO CANALE TELEGRAM: https://t.me/AngelaFrancia

AL MIO CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCsLAEHyA7EYbXT575Ov8i7g

Fonti:

http://www.medicinenon.it/metalli-pesanti-e-tossici

http://www.iss.it/binary/publ/cont/Pag.%2062-68%20Elementi%20in%20traccia.1209970572.pdf

http://www.lenntech.it/periodica/elementi/ba.htm

http://www.swicorecycling.ch/pdf/elenco_sostanze_tossiche.pdf

Annunci

SCIE CHIMICHE A SAN SEVERINO MARCHE. MALATTIE STRANE: IL CIELO STRIATO OSSERVATO DA LUCILLA PAVONI

Caro Paolo D’Arpini, incoraggiata dalla risposta che hai dato a Roberto Giovannini :

( http://saul-arpino.blogspot.it/2012/11/il-giornaletto-di-saul-del-28-novembre.html )

ripropongo il problema scie chimiche, di cui forse avevo parlato in un tempo in cui pochissimi avevano notato cosa succede sopra alle nostre teste.

Ci hanno rubato anche il cielo, e lo stanno usando per modificare il clima, causando nubifragi e terremoti, e per farci ammalare rendendoci zombie con malattie come l’Alzheimer.

Io vivo in una zona di montagna, dove l’aria è pulita e dove, fino a pochi anni fa, di solito la gente moriva semplicemente perché era stanca di vivere (per vecchiaia). Forti fino all’ultimo giorno, potevi incontrare vecchi di novant’anni, arzilli e lucidi, che ancora zappavano la terra.

Da due o tre anni a questa parte, prima in maniera subdola e poco appariscente, e adesso in maniera sfacciata e plateale, succede che in uno spazio aereo, dove normalmente possono passare un paio di aerei li linea in una giornata, il cielo è letteralmente invaso e disegnato da decine e decine di scie che si intersecano tra loro, fino a formare croci, losanghe, griglie, che s’allargano sempre più e permangono ore ed ore sopra alle nostre teste.

In seguito alla loro presenza, dopo un po’ senti la pelle come fosse stata nebulizzata ed è a quel punto che generalmente io comincio ad avere attacchi di tachicardia. La testa mi va in confusione e vado in giro per casa senza neppure sapere io cosa vado facendo. Lo scorso anno, quando questo disturbo ha cominciato a condizionare troppo la mia vita, ho cercato risposte dalla medicina ufficiale, ma non ha saputo darmene.

Poi qualcuno mi ha suggerito di sottopormi “all’analisi del capello”, che generalmente rivela cose che la medicina ordinaria non riesce a vedere. La risposta che ho ricevuto da Phenix parla di un accumulo anormale di metalli pesanti, come il mercurio, l’alluminio ed altri che non sto ad elencare. Inoltre ho saputo da fonti attendibilissime (gente che lavora in ospedale) che c’è un incremento impressionante, quasi a livello d’epidemia, dell’Alzheimer.

Non desidero allarmare nessuno, ed ogn’uno può fare l’uso che vuole di queste informazioni, ma questo è quanto. Dimenticavo di dire che, dopo il passaggio degli aerei, un cielo azzurro e senza una nuvola, dopo un po’, diventa cupo di nuvole pesanti, strane, cattive e spesso comincia a piovere .

Il giorno e la notte prima dell’ultimo alluvione in Toscana, gli aerei sono passati in continuazione con una frequenza di dieci, quindici minuti tra uno e l’altro.

Boh, non lo so, ma non mi sembra normale.

Ciao caro Paolino, ti auguro buona giornata e buona vita (sempre aerei permettendo).

Lucilla Pavoni

POTETE SEGUIRMI SENZA CENSURE AL MIO CANALE TELEGRAM :

https://t.me/AngelaFrancia

AL MIO CANALE YOUTUBE :

https://www.youtube.com/channel/UCsLAEHyA7EYbXT575Ov8i7g

In foto Lucilla Pavoni

I ROTHSCHILD E L’IMPERO DELLA GEOINGEGNERIA

Oggi giorno la Geoingegneria clandestina ed illegale è incollata alle mistificazioni dei media: così la manipolazione climatica e meteorologica agisce in sinergia con la manipolazione dei modelli “previsionali”, definiti da una cricca di meteorologimilitarizzati. Costoro non solo interpretano in modo surrettizio le condizioni atmosferiche, ma, con il loro sottocodice menzognero e la loro autorevolezza di “esperti”, plasmano la percezione, assuefacendo il pubblico a situazioni aberranti spacciate per normali. Il fondamentale articolo che proponiamo aggredisce il nesso scellerato tra chemtrails e contraffazione iconico-linguistica. Per amore di completezza, ricordiamo che un ramo dei Rothschild, citati nel testo, è amministratore dell’immenso patrimonio appartenente al Vaticano. Alcuni esponenti di questa famiglia sono Cavalieri di Malta.

POTETE SEGUIRMI AL MIO CANALE TELEGRAM : https://t.me/AngelaFrancia

Perché i Rothschild sono così interessati a possedere la più grande e più riconosciuta organizzazione di fornitura per la modellazione climatica? Perché E. L. Rothschild desidera acquisire il controllo come leader mondiale nella fornitura delle grafiche interattive usate nei media, nei servizi di diffusione di dati per la televisione, nella Rete e nei sistemi mobili? Perché, quando si è coinvolti in micidiali programmi di Geoingegneria e modifica dei fenomeni atmosferici, è necessario anche gestire le cosiddette ‘previsioni’ per coprire le tracce delle pesanti manipolazioni.

La portata e le dimensioni dell’operazione di irrorazione dei nostri cieli difficilmente può essere compresa nella sua interezza: ci stiamo riferendo sia alla S.A.G. (Stratospheric aerosol geoengineering, Geoingegneria da aerosol stratosferico) sia alla S.R.M. (Solar radiation management, Gestione della radiazione solare). La miglior rete di sostegno per questi programmi è l’offuscamento delle nostre menti. L’aspetto che è ancora più difficile da comprendere è come tutto questo possa accadere in bella vista e per quale ragione quasi nessuno sembra aver ‘unito i puntini’.
La principale società che riceve gli appalti dalla ‘Difesa’, la Raytheon, fornisce tutta la modellazione e gli strumenti per le ‘previsioni’ destinate al National Weather Service ed al N.O.A.A (National oceanic and atmospheric administration). La Lockheed Martin riceve commesse dalla F.A.A. (Federal aviation administration). Dal momento che entrambi questi appaltatori della ‘Difesa’ sono invischiati fino al collo nei programmi di modificazione del clima con decine di brevetti, le cosiddette ‘previsioni’ sono più o meno fornite ‘in diretta’.

POTETE SEGUIRMI AL MIO CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCsLAEHyA7EYbXT575Ov8i7g

Ora, con l’acquisizione per opera dei Rothschild dell’organizzazione dominante di modellazione privata, il dominio del clima sembra completo. Questo controllo sui bollettini meteorologici e sulla ‘grafica’ prevede un costante condizionamento visivo in modo tale da rendere la popolazione più propensa ad accettare la proiezione e la modificazione del tempo come fosse un fatto ‘normale’.

Quando si seguono le ‘previsioni’ del tempo ed esse corrispondono a ciò che il pubblico vede nel cielo, la cosiddetta ‘foschia’ o il cielo intonacato dalll’incessante aerosol chimico, tutto sembra andare bene e più nulla viene messo in discussione.

Quando i ‘meteorologi’ prevedono un uragano che compirà un’inedita virata di 90 gradi e ciò accade, niente pare fuori dall’ordinario. Quando i meteorologi militarizzati preannunciano che cadrà ‘neve pesante e bagnata’ con temperature al di sopra dello zero e la neve sintetica viene scambiata per naturale, significa che le élites globali hanno esteso la loro egemonia su tutta la ‘filiera’.

174 BREVETTI CONFERMANO LA GEOINGEGNERIA

https://www.youtube.com/channel/UCsLAEHyA7EYbXT575Ov8i7g?view_as=subscriber

  • 0462795 – 16 luglio 1891 – Metodo per produrre pioggia artificiale

  • 1103490 – 6 agosto 1913 – Rain-Maker

  • 1225521 – 4 settembre 1915 – Protezione ambientale dal gas velenoso in guerra

  • 1338343 – 27 aprile 1920 – Processo ed apparato per la produzione di intense nubi, nebbie o nebbie artificiali

  • 1619183 – 1 marzo 1927 – Processo di produzione di nubi di fumo dagli aeromobili in movimento

  • 1665267 – 10 aprile 1928 – Processo di produzione di nebbie artificiali

  • 1892132 – 27 dicembre 1932 – Sistema atomizzatore per scarichi di motori di aeroplani

  • 1928963 – 3 ottobre 1933 – Sistema e metodo elettrico ambientale

  • 1957075 – 1 maggio 1934 – Apparecchiature di aerosol per aerei

  • 2097581 – 2 novembre 1937 – Generatore di corrente elettrica – Riferimento 3990987

  • 2409201 – 15 ottobre 1946 – Miscela per produzione di fumo avio disperso

  • 2476171 – 18 luglio 1945 – Smoke Screen Generator (generatore di fumo)

  • 2480967 – 6 settembre 1949 – Dispositivo di rilascio sostanze aerea

  • 2550324 – 24 aprile 1951 – Processo per il controllo del clima

  • 2582678 – 15 giugno 1952 – Apparecchio per la diffusione di materiale per aeroplani

  • 2614083 – 14 ottobre 1952 – Miscela di fumo di cloruro di metallo

  • 2633455 – 31 marzo 1953 – Generatore di fumo

  • 2688069 – 31 agosto 1954 – Generatore di vapore – Riferimento 3990987

  • 2721495 – 25 ottobre 1955 – Metodo e apparato per la rilevazione di cristalli minuti che formano particelle sospese in un’atmosfera gassosa

  • 2730402 – 10 gennaio 1956 – Dispositivo di dispersione controllabile

  • 2801322 – 30 luglio 1957 – Camera di decomposizione per combustibile monopropellente – Riferimento 3990987

  • 2881335 – 7 aprile 1959 – Generazione di campi elettrici

  • 2908442 – 13 ottobre 1959 – Metodo per la dispersione di nebbie e nuvole atmosferiche naturali

  • 2986360 – 30 maggio 1962 – Dispositivo antipolvere per insetticida

  • 2963975 – 13 dicembre 1960 – Bulld Seeding. Rilascio massiccio di anidride carbonica

  • 3126155 – 24 marzo 1964 – Silver Iodide Cloud Seeding Generator (Generatore di semina di ioduro d’argento)

  • 3127107 – 31 marzo 1964 – Generazione di cristalli di ghiaccio-nucleati

  • 3131131 – 28 aprile 1964 – Miscelazione elettrostatica nelle conversioni microbiche

  • 3174150 – 16 marzo 1965 – Sistema di antenna Self-Focusing (messa a fuoco automatica)

  • 3234357 – 8 febbraio 1966 – Dispositivo per la produzione di fumo riscaldato elettricamente

  • 3274035 – 20 settembre 1966 – Composizione metallica per la produzione di fumo idroscopico

  • 3300721 – 24 gennaio 1967 – Sistemi per la comunicazione attraverso uno strato di gas ionizzati

  • 3313487 – 11 aprile 1967 – Apparecchio per semina delle nuvole

  • 3338476 – 29 agosto 1967 – Dispositivo di riscaldamento per l’uso con contenitori di aerosol

  • 3410489 – 12 novembre 1968 – Sistema a spruzzo alare regolabile automaticamente con pompa

  • 3429507 – 25 febbraio 1969 – Rainmaker (creazione di pioggia)

  • 3432208 – 7 novembre 1967 – Dispenser di particelle fluidizzate

  • 3441214 – 29 aprile 1969 – Metodo e apparato per seminare le nuvole

  • 3445844 – 20 maggio 1969 – Sistema di comunicazioni per radiazioni elettromagnetiche imbrigliate

  • 3456880 – 22 luglio 1969 – Metodo di produzione di precipitazione dall’atmosfera

  • 3518670 30 giugno 1970 – Nuvola ionica artificiale

  • 3534906 – 20 ottobre 1970 – Controllo delle particelle atmosferiche

  • 3545677 – 8 dicembre 1970 – Metodo della semina delle nuvole

  • 3564253 – 16 febbraio 1971 – Sistema e metodo per l’irradiazione delle superfici del pianeta

  • 3587966 – 28 giugno 1971 – Nucleazione di congelamento

  • 3601312 – 24 agosto 1971 – Metodi per aumentare la probabilità di precipitazioni per l’introduzione artificiale del vapore acqueo marino nell’atmosfera verso l’alto di una regione tramite sollevamento aereo (dal mare al cielo)

  • 3608810 – 28 settembre 1971 – Metodi di trattamento delle condizioni atmosferiche

  • 3608820 – 20 settembre 1971 – Trattamento delle condizioni atmosferiche mediante dispersione intermittente dei materiali ivi contenuti

  • 3613992 – 19 ottobre 1971 – Metodo di modifica del tempo

  • 3630950 – 28 dicembre 1971 – Composizioni combustibili per la generazione di aerosol, particolarmente adatto per la modifica della nuvola e il controllo del clima e il processo di aerosolizzazione

  • USRE29142 – 22 maggio 1973 – Composizioni combustibili per la produzione di aerosol, particolarmente adatto per la modifica delle nuvole e il controllo del clima e il processo di aerosol

  • 3659785 – 8 dicembre 1971 – Modifica del tempo utilizzando materiale microincapsulato

  • 3666176 – 3 marzo 1972 – Dispositivo di inversione della temperatura solare

  • 3677840 – 18 luglio 1972 – Pirotecnica comprendente ossido d’argento per uso di modifica meteorologica

  • 3722183 – 27 marzo 1973 – Dispositivo per schiarire le impurità dall’atmosfera

  • 3769107 – 30 ottobre 1973 – Composizione pirotecnica per la generazione di fumo a base di piombo

  • 3784099 – 8 gennaio 1974 – Metodo di controllo dell’inquinamento atmosferico

  • 3785557 – 15 gennaio 1974 – Cloud Seeding System (Sistema di semina delle nuvole)

  • 3795626 – 5 marzo 1974 – Processo di modifica del tempo

  • 3808595 – 30 aprile 1974 – Sistema di dispensa della poltiglia

  • 3813875 – 4 giugno 1974 – Razzo con sistema di rilascio del bario per creare nubi ioniche nell’atmosfera superiore

  • 3835059 – 10 settembre 1974 – Metodi di generazione di particelle di fumo di Nuclei di ghiaccio per la modifica e l’apparato meteorologico

  • 3835293 – 10 settembre 1974 – Apparecchio di riscaldamento elettrico per la generazione di vapori surriscaldati

  • 3877642 – 15 aprile 1975 – Nucleare di congelamento

  • 3882393 – 6 maggio 1975 – Sistema di comunicazione che utilizza la modulazione della polarizzazione caratteristica della ionosfera

  • 3896993 – 29 luglio 1975 – Processo per la modifica locale della nebbia e delle nuvole per scatenare le loro precipitazioni e ostacolare lo sviluppo della grandine producendo nuvole

  • 3899129 – 12 agosto 1975 – Apparecchio per la generazione di particelle di fumo di nuclei di ghiaccio per modifiche meteorologiche

  • 3899144 – 12 agosto 1975 – Generazione di scie in polvere

  • 3940059 – 24 febbraio 1976 – Metodo per la dispersione della nebbia

  • 3940060 – 24 febbraio 1976 – Generatore ad anello Vortex

  • 3990987 – 9 novembre 1976 – Generatore di fumo

    • 3992628 – 16 novembre 1976 – Sistema di contromisura per radiazione laser

    • 3994437 – 30 novembre 1976 – Sistema di diffusione tracce di sostanze chimiche biologicamente attive

    • 4042196 – 16 agosto 1977 – Metodo e apparato per innescare un cambiamento sostanziale delle caratteristiche della terra e misurare i cambiamenti della terra

    • RE29,142 – 22 febbraio 1977 – Composizioni combustibili per la generazione di aerosol, particolarmente adatto per la modificazione della nuvola e il controllo del clima ed il processo di aerosol

    • 4035726 – 12 luglio 1977 – Metodo per controllare e / o migliorare i sistemi di sorveglianza ad alta latitudine e altre comunicazioni con onde radio mediante controllo parziale di onde radio e altri

    • 4096005 – 20 giugno 1978 – Composizione semina pirotecnica delle nuvole

    • 4129252 – 12 dicembre 1978 – Metodo e apparecchi per la produzione di materiali da semina

    • 4141274 – 27 febbraio 1979 – Dispensatore automatico di cartucce per la modifica delle condizioni atmosferiche

    • 4167008 – 4 settembre 1979 – Distributore di pagliette a letto fluido

    • 4347284 – 31 agosto 1982 – Materiale di copertura bianco in grado di riflettere i raggi ultravioletti

    • 4362271 – 7 dicembre 1982 – Procedura per la modificazione artificiale della precipitazione atmosferica e composti con una base di dimetil solfossido per l’uso nell’esecuzione di detta procedura

    • 4402480 – 6 settembre 1983 – Satellite di modifica dell’atmosfera

    • 4412654 – 1 novembre 1983 – Atomizzatore a microjet laminare e metodo di irrorazione aerea di liquidi

    • 4415265 – 15 novembre 1983 – Metodo ed apparecchio per spettroscopia di assorbimento di particelle di aerosol

    • 4470544 – 11 settembre 1984 – Metodo e mezzi per la modifica del tempo

    • 4475927 – 9 ottobre 1984 – Sistema di abbattimento della nebbia bipolare

    • 4600147 – 15 luglio 1986 – Generatore di propano liquido per apparati di semina delle nuvole

    • 4633714 – 6 gennaio 1987 – Carica di particelle di aerosol e analizzatore di dimensioni

    • 4643355 – 17 febbraio 1987 – Metodo e apparato per la modifica delle condizioni climatiche

    • 4653690 – 31 marzo 1987 – Metodo di produzione di nubi cumuliformi

    • 4684063 – 4 agosto 1987 – Generazione e rimozione di particelle

    • 4686605 – 11 agosto 1987 – BREVETTO HAARP / BREVETTO EASTLUND – Metodo e apparato per alterare una regione nell’atmosfera terrestre, nella ionosfera e / o nella magnetosfera

    • 4704942 – 10 novembre 1987 – Spargimento Aerosol

    • 4712155 – 8 dicembre 1987 – Metodo e apparato per la creazione di una regione riscaldata dal ciclotrone di elettroni artificiali di plasma

    • 4744919 – 17 maggio 1988 – Metodo per disperdere il particolato di aerosol

    • 4766725 – 30 agosto 1988 – Metodo per sopprimere la formazione di scie e la soluzione per questo

    • 4829838 – 16 maggio 1989 – Metodo e apparato per la misurazione della dimensione delle particelle trascinate in un gas

    • 4836086 – 6 giugno 1989 – Apparecchio e metodo per la miscelazione e la diffusione di aria calda e fredda per la dissoluzione della nebbia

    • 4873928 – 17 ottobre 1989 – Esplosioni di dimensioni nucleari senza radiazioni

    • 4948257 – 14 agosto 1990 – Dispositivo di misurazione ottica laser e metodo per stabilizzare la spaziatura del modello di frangia

    • 1338343 – 14 agosto 1990 – Processo e apparecchi per la produzione di nebbia artificiale intensa

    • 4999637 – 12 marzo 1991 – Creazione di nuvole di ionizzazione artificiale sopra la terra

    • 5003186 – 26 marzo 1991 – Seminamentostratosferico di Welsbach per la riduzione del riscaldamento globale (!) Al Gore docet

    • 5005355 – 9 aprile 1991 – Metodo per sopprimere la formazione di scie di condensazione e soluzione per questo

    • 5038664 – 13 agosto 1991 – Metodo per produrre un guscio di particelle relativistiche ad un’altitudine al di sopra della superficie terrestre

    • 5041760 – 20 agosto 1991 – Metodo e apparato per generare e utilizzare una configurazione di plasma composto

    • 5041834 – 20 agosto 1991 – Specchio ionosferico artificiale composto da uno strato di plasma che può essere inclinato

    • 5056357 – 15 ottobre 1991- Metodo acustico per misurare le proprietà di un mezzo mobile

    • 5059909 – 22 ottobre 1991 – Determinazione della dimensione delle particelle e della carica elettrica

    • 5104069 – 14 aprile 1992 – Apparecchio e metodo per espellere la materia da un aereo

    • 5110502 – 5 maggio 1992 – Metodo per sopprimere la formazione di scie di condensazione e soluzione per questo

    • 5156802 – 20 ottobre 1992 – Ispezione delle particelle di carburante con l’acustica

    • 5174498 – 29 dicembre 1992 – Cloud Seeding (semina delle nuvole)

    • 5148173 – 15 settembre 1992 – Nuvola e metodo di screening delle onde millimetriche

    • 5242820 – 7 settembre 1993 – Acquisizione del brevetto di Mycoplasma dell’esercito

    • 5245290 – 14 settembre 1993 – Dispositivo per determinare la dimensione e la carica delle particelle colloidali mediante la misurazione dell’effetto elettroacustico

    • 5286979 – 15 febbraio 1994 – Processo per assorbire la radiazione ultravioletta usando melanina dispersa

    • 5296910 – 22 marzo 1994 – Metodo e apparato per l’analisi delle particelle

    • 5327222 – 5 luglio 1994 – Apparecchio per il rilevamento di informazioni sulla dislocazione

    • 5357865 – 25 ottobre 1994 – Metodo di semina delle nuvole

    • 5360162 – 1 novembre 1994 – Metodo e composizione per la precipitazione di acqua atmosferica

    • 5383024 – 17 gennaio 1995 – Monitor ottico del vapore umido

    • 5425413 – 20 giugno 1995 – Metodo per ostacolare la formazione e per rompere le inversioni atmosferiche generali, migliorare la circolazione dell’aria a livello del suolo e migliorare la qualità dell’aria urbana

    • 5434667 – 18 luglio 1995 – Caratterizzazione delle particelle mediante diffusione dinamica modulata della luce

    • 5441200 – 15 agosto 1995 – Rottura del ciclone tropicale

    • 5486900 – 23 gennaio 1996 – Dispositivo di misurazione per la quantità di carica del toner e dell’apparato di formazione dell’immagine con il dispositivo di misurazione

    • 5556029 – 17 settembre 1996 – Metodo di dissipazione dell’idrometeor (nuvole)

    • 5628455 – 13 maggio 1997 – Metodo e apparato per la modifica della nebbia superraffreddata

    • 5631414 – 20 maggio 1997 – Metodo e dispositivo per la diagnostica remota dello stato del sistema atmosfera oceanica

    • 5639441 – 17 giugno 1997 – Metodi per la formazione di particelle fini

    • 5762298 – 9 giugno 1998 – Uso di satelliti artificiali nelle orbite terrestri in modo adattivo per modificare l’effetto che la radiazione solare avrebbe altrimenti sul tempo terrestre

    • 5800481 – 1 settembre 1998 – Eccitazione termica delle risonanze sensoriali

    • 5912396 – 15 giugno 1999 – Sistema e metodo per la riparazione di condizioni atmosferiche selezionate

    • 5922976 – 13 luglio 1999 – Metodo per misurare le particelle di aerosol usando un rilevatore di aerosol classificato per la mobilità automatizzata

    • 5949001 – 7 settembre 1999 – Metodo per l’analisi aerodinamica delle dimensioni delle particelle

    • 5984239 – 16 novembre 1999 – Modifica meteo tramite satellite artificiale

    • 6025402 – 15 febbraio 2000 – Composizione chimica per effettuare una riduzione dell’oscuramento della visibilità e una detossificazione di fumi e nebbie chimiche negli spazi di origine del fuoco

    • 6030506 – 29 febbraio 2000 – Preparazione di specie chimiche altamente reattive generate in modo indipendente

    • 6034073 – 7 marzo 2000 – Emulsioni detergenti solventi ad attività antivirale

    • 6045089 – 4 aprile 2000 – Aeroplano ad energia solare

    • 6056203 – 2 maggio 2000 – Metodo e apparato per la modifica delle nuvole super raffreddate

    • 6110590 – 29 agosto 2000 – Nanofibre di seta sintetica filata e processo per crearle

    • 6263744 – 24 luglio 2001 – Rilevatore di aerosol automatico classificato per la mobilità

    • 6281972 – 28 agosto 2001 – Metodo e apparato per misurare la distribuzione granulometrica

    • 6315213 – 13 novembre 2001 – Metodo di modifica del tempo

    • 6382526 – 7 maggio 2002 – Processo e apparati per la produzione di nanofibre

    • 6408704 – 25 giugno 2002 – Metodo e apparato di analisi delle dimensioni delle particelle aerodinamiche

    • 6412416 – 2 luglio 2002 – Dispositivi e metodo di generazione di aerosol basati su propellente

    • 6520425 – 18 febbraio 2003 – Processo e apparato per la produzione di nanofibre

    • 6539812 – 1 aprile 2003 – Sistema per misurare la portata di un gas mediante ultrasuoni

    • 6553849 – 29 aprile 2003 – Analizzatore di dimensioni elettrodinamiche delle particelle

    • 6569393 – 27 maggio 2003 – Metodo e dispositivo per la pulizia dell’atmosfera

    • 0056705 A1 – 17 marzo 2005 – Modifica meteo da Royal Rainmaking Technology

    • 6890497 – 10 maggio 2005 – Metodo per estrarre e sequestrare anidride carbonica

    • 7965488 – 9 novembre 2007 – Metodi di rimozione degli aerosol dall’atmosfera

    • 8048309 – 28 agosto 2008 – Smaltimento di anidride carbonica a base di acqua di mare

    • 8012453 – 27 ottobre 2008 – Sequestro del carbonio e produzione di idrogeno e idruro

    • 7645326 – 12 gennaio 2010 – Manipolazione ambientale RFID (Davide Cervia docet)

    • 7655193 – 2 febbraio 2010 – Apparecchio per estrarre e sequestrare anidride carbonica

    • 8079545 – 20 dicembre 2011 – Manipolazione e controllo a terra del particolato aereo durante le operazioni di non volo

    • 0117003 – 5 ottobre 2012 – Metodo di geoingegneria del business che utilizza i crediti di controbilanciamento del carbonio – collegamento alternativo

    • 8373962 – 12 febbraio 2013 – Nube di semi caricata come metodo per aumentare le collisioni di particelle e per liberare agenti biologici aerodispersi e altri contaminanti

    Ora dopo aver letto questo, esiste ancora qualcuno in grado di smentire la modificazione climatica planetaria e relative tecniche di geoingegneria con rilascio di scie chimiche e diffusione di onde e micro onde elettromagnetiche?

    Tratto da Nuovo vero reporter

MALATTIE MORTALI PER CARENZA DI VITAMINA D CAUSATA DALLA GEOINGEGNERIA

L’ingegneria climatica è matematicamente il più grande assalto contro la vita mai lanciata dalla razza umana. I continui effetti catastrofici delle irrorazioni atmosferiche globali e delle trasmissioni in radiofrequenza correlate ai programmi di geoingegneria sono così vasti per portata e scala che la distruzione e la morte complessiva che stanno infliggendo sono impossibili da quantificare.

Molti effetti mortali delle operazioni di gestione della radiazione solare sono completamente trascurati, la carenza di Vitamina D epidemica rientra in questa categoria.

La carenza di vitamina D è legata a un elenco molto lungo e crescente di malattia degenerativa umana. Degenerazione del sistema immunitario, disturbi del sistema neurologico, cancro, artrite, diabete, sclerosi multipla, obesità, malattie cardiovascolari, insufficienza renale e persino disturbi del sistema riproduttivo, la lista potrebbe continuare all’infinito.

https://youtu.be/zwrSxQj-kLc

Il paradosso è questo, sebbene i nostri corpi producano vitamina D con l’esposizione alla luce del sole, ora che è stata alterata la luce dal sole a causa delle particelle diffuse saturano l’atmosfera che impedisce alla luce la gestione della irradiazione solare. Non ci sono studi in corso che affrontino questo problema dal momento che la pazzia della ingegneria climatica in corso viene ufficialmente negata.

Quindi, poiché l’atmosfera protettiva della Terra viene distrutta dai molteplici aspetti dell’ingegneria climatica (particelle che distruggono l’ozono e riscaldamento a RF dell’atmosfera), la radiazione UV a cui siamo ora esposti è a livelli estremamente pericolosi rendendo l’esposizione al sole una minaccia per la salute. Inoltre, i livelli estremamente elevati di UV possono effettivamente causare l’arresto della produzione di vitamina D da parte del corpo.

Cosa possiamo fare? Unisciti alla lotta per esporre e fermare l’ingegneria climatica, questa è la battaglia che dobbiamo vincere e ci vuole l’apporto di tutti Voi.

Dane Wigington
SUD SARDINYA

CHEMTRAILS: I VELENI CHE CI PIOVONO DAL CIELO. AVVELENAMENTO GLOBALE

Le scie chimiche, le famigerate chemtrails

Contengono sostanze chimiche molto dannose per la salute umana
e per l’ambiente, creano nuove malattie

Scie Chimiche. Milioni di persone ogni giorno guardano distrattamente il cielo e non si accorgono che sta accadendo un qualcosa di strano sopra le loro teste. La maggior parte della gente è troppo occupata o a scrivere e leggere sms o a chattare sui loro telefoni cellulari o semplicemente perché non conosce ciò che stiamo per spiegarvi. Eppure, a partire dalla metà degli anni 1990, quasi senza interruzione, qualcosa di incomprensibile si sta verificando nell’aria. Prima di allora, il cielo era bello e luminoso, di un blu profondo, con nuvole eleganti e con un sole splendente. I giovani sotto i 30 anni tutto questa meraviglia della natura possono solo immaginarla o, rare volte, anche a vederla.
Da qualche anno, il cielo perde spesso il suo azzurro naturale e piglia il colore bianco grigiastro che offusca la luminosità del sole. Se fossimo stati più attenti e informati, avremmo visto prima degli aerei lasciare lunghe sottili linee bianche che in breve tempo, allargandosi, si espanderanno e poi si fonderanno fra loro annebbiando il cielo e velando in modo insolito il sole.
Abituiamoci a guardare spesso il cielo perché, nel momento in cui si verificano questi strani fenomeni, dobbiamo sapere che quegli aerei non sono normali aerei ma apparecchi di morteche disperdono nell’aria sostanze chimiche potenzialmente molto dannose per la salute umana e per l’ambiente. Queste linee bianche, irregolari e che spesso s’incrociano, si chiamano SCIE CHIMICHE, le cosiddette “chemtrails”.

C’è di tutto, persino sangue essiccato

Attraverso queste operazioni di “aerosol”, i velivoli scaricano nel cielo diversi composti chimici la cui natura è ufficialmente sconosciuta. Le analisi che si effettuano da anni sui territori coinvolti dal fenomeno riscontrano però, di volta in volta, la presenza di bario, di nano alluminio rivestito in fibra di vetro (conosciuto come “chaff” per confondere i radar), di torio radioattivo, di cadmio, di cromo, di nichel, di ioduro d’argento, di calcio, di magnesio e di titanio. A volte è stato pure rinvenuto sangue essiccato, spore di muffe, micotossine, bromuro di etilene e fibre polimeriche.

Gli esperti affermano che il pH atmosferico si sta velocemente modificando e ciò sarebbe dovuto anche per i residui di bario utilizzato durante questi raid aerei. Il bario, favorendo la formazione di nubi anche a umidità estremamente bassa, laddove le nubi naturali non possono formarsi, facilita i progetti di modifica del clima (sia a scopo sperimentale sia a scopi militari e segreti).
I libri di chimica sostengono che il bario, superato il livello minimo di sicurezza, è altamente tossico per gli esseri umani. Una presenza elevata di bario nelle acque potabili può causare difficoltà nella respirazione, cambiamenti nel ritmo cardiaco, aumento della pressione sanguigna, irritazione dello stomaco e dell’intestino, aumento di volume del cervello, debolezza muscolare, dolori articolari. Quando gli aerei abbandonano nell’atmosfera umida il bario, questo reagisce con l’acqua e forma l’idrossido di bario che causa molto calore. Ciò potrebbe allora spiegare perché, quando dovrebbero esserci temperature invernali o primaverili, lamentiamo invece un caldo anomalo.
Nuove malattie e cambiamento climatico
L’effetto serra è incrementato segretamente dalle cosiddette scie chimiche? Difficile da rispondere. Negli anni, e oggi cominciano a trapelare alcune indiscrezioni, i governi mondiali hanno esposto consapevolmente le popolazioni a sostanze radioattive che hanno poi cagionato gravi patologie (come l’Alzheimer e il Parkinson) o nascite di bambini malformati. Le scie chimiche, dopo alcune ore, coprendo il cielo di nuvole, determinano altresì una diminuzione dell’irraggiamento del sole e ciò non favorisce la fotosintesi clorofilliana che è un processo biochimico molto importante e vitale alla sopravvivenza della pianta stessa.
Secondo alcuni scienziati vi sarebbero delle multinazionali agro alimentari che, favoriti dai cambiamenti climatici, stanno sperimentando nuove sementi ogm adatte per ogni situazione climatica, da sostituire alle colture tradizionali. Ed è per questo che, segretamente, nel territorio della Sicilia centrale si stanno testando nuove coltivazioni mai viste prima a danno del grano duro che da millenni si coltiva nell’Ennese.
La maggior parte delle persone continua purtroppo a essere disinformata sul fenomeno delle “chemtrail” e magari, quando alza lo sguardo verso l’alto, resta meravigliata nel vedere aerei che scorrazzano nel cielo lasciando lunghe linee che si trasformeranno poi in spettacolari nuvole bianche a ciuffi che somigliano a piume delicate. Somigliano ai cirri ma non sono quelli naturali perché, una volta generati dalle famigerate scie chimiche (di cui sono una graduale trasformazione), si trovano nel posto sbagliato insieme alle nuvole normali come i cirrocumuli.
I cirri, infatti, sono nuvole che si trovano generalmente fra gli 8.000 ei 12.000 metri d’altezza, mentre i cirrocumuli sono presenti fra i 5.000 e i 7.000 metri di quota (nella fascia temperata). Com’è possibile quindi che dei cirri, come accade durante l’operazione aerea delle scie chimiche, siano sempre e comunque più bassi dei cirrocumuli? La verità è che, a prima vista, sembrano cirri ma, in realtà, sono nuvole artificiali e altamente tossiche.
A questo punto, è doveroso fare una precisazione. Non tutte le scie bianche abbandonate in cielo dagli aerei si chiamano “chemtrail” (nome tecnico che identifica le scie chimiche) ma, nella normalità dei casi, esse caratterizzano le scie di condensazione: le “contrails”. Quest’ultime sono rettilinee, durano pochi minuti e poi scompaiono lasciando un cielo bello limpido e azzurro. Sono costituite dal vapore acqueo immesso nell’atmosfera (a quota oltre gli ottomila metri) dagli scarichi caldi del motore quando vengono a contatto con l’aria fredda (inferiore ai -40°C) in una percentuale di umidità superiore al 70%.
Le scie chimiche, viceversa, allargandosi, persistono per parecchie ore e alla fine trasformano il cielo da sereno a nuvoloso. Vengono prodotte a quote inferiori agli ottomila metri da velivoli non meglio identificati che a volte si muovono seguendo strani percorsi irregolari e a forma di disegni. Le “chemtrail” scaricano nell’ambiente, a secondo dell’effetto desiderato, sostanze chimiche tra cui il “trimethylaluminum” (solfato di alluminio), sali di bario (le cui caratteristiche igroscopiche mirano a catturare l’umidità presente nell’aria), ioduro d’argento, calcio, magnesio, titanio e altre sostanze chimiche potenzialmente dannose sia per l’uomo sia per l’ecosistema perché sul terreno finiscono, tra l’altro, anche microrganismi che normalmente vivono negli alti strati dell’atmosfera.

Haarp e scie chimiche, unico progetto
A cosa mirerebbe il fenomeno delle scie chimiche che sta interessando anche le zone in cui abitiamo? Uno dei principali obiettivi di questi esperimenti sarebbe la modificazione del clima (per far piovere al verificarsi di scarse precipitazioni o, diversamente, per far prolungare una siccità) con la finalità di arrivare a controllarlo e gestirlo per scopi militari e strategici. Le antenne Haarp e le chemtrail (o scie chimiche) farebbero parte di un unico inquietante progetto gestito segretamente dagli U.S.A.
Cominciato nel 1996 negli Stati Uniti, proseguito nel Canada, il fenomeno delle scie chimiche ha interessato anche il Nord America, l’Europa, l’Australia, la Nuova Zelanda e tutti i paesi della Nato. In Italia le prime testimonianze risalgono alla primavera del 1999 e da allora, come denunciò Tom Bosco, direttore di Nexus, «è stato un crescendo inarrestabile, con segnalazioni da ogni zona del nostro paese». In realtà, è dal 1940 che le forze armate degli Stati Uniti d’America, le “United States Army”, hanno iniziato a spruzzare sulle popolazioni civili armi chimiche e biologiche nei test all’aria aperta. Li chiamarono spudoratamente “test di vulnerabilità”.
Per finanziare queste costosissime operazioni occorre investire parecchio denaro perché bisogna utilizzare velivoli particolari, piloti altamente specializzati, carburanti e soprattutto i componenti chimici da sparpagliare continuamente in atmosfera. Se le istituzioni nazionali, europee e internazionali sono a conoscenza di queste misteriose e frequenti incursioni aeree, perché non intervengono? Ci sono accordi militari segreti fra gli Stati della Nato e le Forze armate statunitensi? Chi aiuteranno questi sperimenti, come e perché? La popolazione, frattanto, è tenuta all’oscuro (se non addirittura fuorviata) sulle verità delle “chemtrail” e sul come e sul perché ci ammaliamo, anche di nuovi morbi.
Se le scie chimiche portassero veramente, come afferma qualcuno, grossi vantaggi per la popolazione (causare, ad esempio, le piogge per ricolmare le dighe vuote) perché allora non informare di queste lodevoli iniziative i cittadini che, a loro volta, ringrazierebbero di cuore, questi novelli benefattori per una così tanta generosità elargita?

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=948201342045619&id=100005672856513

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=745009409031481&id=100005672856513

Fonte: http://www.ora-siciliana.eu