COME LA MENTE INFLUENZA LA MATERIA 

I nostri pensieri sono molto potenti. Le nostre menti hanno un enorme influenza sulla nostra vita e sul nostro corpo.

Ma sapevi che esse sono interconnesse al mondo a tal punto che hanno un impatto misurabile diretto sul flusso delle correnti elettriche? I nostri pensieri, le intenzioni e il nostro stato energetico in realtà hanno un impatto scientificamente dimostrabile sul flusso di energia elettrica. Sono stati fatti più di 800 esperimenti rilevanti sugli effetti della coscienza nel mondo, e questi sono solo alcuni di essi.

Uno studio pubblicato dal peer-reviewed Journal of Scientific Exploration ha mostrato che i REG hanno prodotto risultati anomali se schierati in vari ambienti di gruppo. Ma che cosa sono i reg? I REG utilizzano la tecnologia dei computer per generare uno e zero in sequenze casuali. I numeri sono stampati su un grafico. Le leggi del caso impongono che un numero uguale di uno e zero deve venire fuori, rappresentato da una linea quasi piatta sul grafico. Qualsiasi deviazione dimostra una curva o un picco.

I risultati

Quello che i ricercatori avevano riscontrato era che enormi picchi erano stati correlati con i tempi di traumi globali in cui il panico, l’ansia, o l’eccitazione era stata vissuta da una grande parte della popolazione. Ogni volta che massicci eventi sociali e politici hanno avuto luogo (come le elezioni presidenziali, attacchi terroristici, casi giudiziari internazionali, ecc), i modelli hanno cominciato ad emergere nei REG che sono stati specificamente progettati per sequenze a motivi geometrici. “Elevati livelli di attenzione, intellettuale coesione, emozione condivisa o altre qualità coerenti dei gruppi, tendono a correlare con deviazioni statisticamente insolite da aspettativa teorica nelle sequenze REG. Se sostenuta su più ampia sperimentazione, tali effetti possono aggiungere credibilità al concetto di un “campo” di coscienza come una sorta di agenzia per la creazione di ordine a processi fisici casuali “.





La coscienza collettiva in realtà influenza il comportamento dell’energia elettrica. Questo studio, che è stato fatto alla Princeton University, ha concluso che “Forse la cosa più consequenziale è la possibilità che il concetto di una coscienza” campo “, fino ad ora postulato in varie forme astratte da studiosi di diverse discipline, può ora essere sulla soglia di una rigorosa e scientifica dimostrazione come driver di realtà fisica. ”

Quindi, quello che abbiamo qui è uno studio controllato scientificamente pubblicato da una rivista di una delle migliori università del mondo, che dimostrano in modo empirico che i nostri pensieri sono direttamente intrecciati con il mondo che ci circonda. Ma che cos’è la coscienza? La coscienza non può limitarsi ad essere creata dal cervello, se è in grado di avere effetti “causali” nel mondo che ci circonda. Questo non può più essere pensato solo come teoria. Questo è uno studio che arriva dai più alti livelli della comunità scientifica. Lo studio originale può essere trovato qui.

Gli attacchi alle Torri Gemelle
Un altro esperimento condotto in parte dal Dr. RD Nelson che è un professore presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Ingegneria Aerospaziale presso la Princeton University,  ha dimostrato che questo effetto era estremamente osservabile durante gli attacchi Twin Tower dell’11 settembre 2001. “Abbiamo attribuito questo risultato ad un correlazione reale che dovrebbe essere rilevabile in repliche future. Questo studio suggerisce l’esistenza di una qualche forma di coscienza anomala legata a sistemi fisici casuali.

Essenzialmente, lo stato di coscienza della popolazione circostante circa la posizione di una specifica RED crea pattern e sequenze in un dispositivo che è specificamente progettato per non creare alcun tipo di modello per caso, mai. È la coscienza di un campo che tutte le cose sono una parte di? È la mente rinchiusa in un sacco di carne creata dalla materia nel cervello, o è coscienza di qualcosa che va oltre i limiti del cranio fisico?
Il dottor Nelson continua a dire che “le analisi contestuali indicano che queste non possono essere attribuite a identificabili interazioni fisiche e possono neanche essere attribuibile a qualche interazione all’associazione con la coscienza umana.”

Che cosa significa tutto questo?

Con la prova definitiva che la nostra coscienza può anche interagire con il flusso di correnti elettriche, dobbiamo cominciare ad esplorare la possibilità che la nostra mente non sia solo il nostro cervello. Come può la nostra coscienza essere niente di più che l’attività neurale di processi chimici nel cervello, se può avere effetti così importanti sul mondo esterno?
Abbiamo già visto gli effetti  che i nostri pensieri hanno sugli oggetti quantici, dove consapevolmente, osservando un elettrone si provoca la funzione d’onda dell’elettrone che va a collassare in uno stato stabile. Abbiamo visto gli effetti che hanno sulla materia attraverso l’esperimento di cristallo d’acqua condotto da Masaru Emoto che è stato confermato e già ripetuto. Abbiamo anche visto gli effetti che le nostre menti hanno sul comportamento di altre persone, in cui grandi gruppi di persone meditando abbassano i tassi di criminalità, suicidi, violenza, e le vittime nelle città 

circostanti.

E ‘tempo che l’attuale paradigma scientifico abbracci una nuova comprensione della coscienza che la considera come qualcosa di inscindibile dal mondo esterno. Forse la coscienza è qualcosa che noi proiettiamo fuori e tocca il mondo esterno invece di essere un mero processo interno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...